Acquista adesso telefonando al numero +39 366 9576636
oppure invia una email all'indirizzo ordini@eticafarmalab.it

riceverai uno sconto minimo del 20% sul prezzo di listino Acquista online

CRESCE E STIMOLA LA FORZA DEI TUOI CAPELLI

Un integratore innovativo: un ricostituente per capelli nato da uno studio osservazionale che fonde, in un brevetto esclusivo, i principi attivi più efficaci con il metodo di somministrazione più efficiente.


Che cosa è

TRICO+ è un brevetto esclusivo i cui componenti sono: il collagene idrolizzato, il metilsulfonilmetano (MSM) , la vitamina C (sotto forma di Rosa Canina), il selenio e la biotina.

Il collagene ,proteina abbondante nei mammiferi,nei quali rappresenta fino al 25% del loro peso,è presente nelle cartilagini,tendini,ligamenti,ossa,matrice extracellulare,membrane basali,cornea, cristallino,ecc.

L’unita’ costitutiva è il tropocollageno, formato dall’unione di 3 catene polipeptidiche avvolte in una tripla elica,e la polimerizzazione delle unita’ di tropocollageno forma le fibrille di collagene.Questa struttura resistente è formata da una sequenza ripetuta di tre amminoacidi. Un amminoacido ogni tre è la glicina, un piccolo amminoacido che si inserisce perfettamente nell’elica. Molte delle posizioni rimanenti nella catena sono occupate da: prolina e dall’ idrossiprolina.

L’idrossiprolina, che è critica per la stabilità del collagene, viene sintetizzata modificando l’amminoacido prolina dopo che la catena di collagene è stata costruita. La reazione richiede la vitamina C . Sfortunatamente noi non siamo in grado di sintetizzare la vitamina C nel nostro corpo e quindi dobbiamo procurarcela con la dieta. La mancanza di vitamina C rallenta la produzione di idrossiprolina e ferma la costruzione di nuovo collagene.

Durante tutta la vita il collagene si rinnova continuamente. Per fare solo alcuni esempi, nel tessuto osseo questo processo dura circa un anno, nel fegato un mese, nella pelle a seconda dei vari individui, dai 140 ai 160 giorni.

Con il passare degli anni, la quantità di collagene generata dal nostro corpo si riduce notevolmente. Nella pelle diminuisce notevolmente la quantità di collagene con conseguenze quali le rughe, grinzosità, perdita di elasticità. Anche i capelli perdono la loro lucentezza e corposità. Una carente produzione di collagene causa danni anche in altre parti del nostro corpo: i tessuti dei muscoli si degradano perché la quantità di collagene inizia ad essere inadeguata. I gesti abituali , come compiere un balzo o spostarci rapidamente, diventano difficili ed accrescono i dolori delle articolazioni.

Il metilsulfonilmetano (MSM) gioca un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’integrità’ delle articolazioni e l’elasticità’ del tessuto connettivo; è lo zolfo organico nella sua forma naturale ed è il principale componente dei glicosaminoglicani e degli altri componenti principali del tessuto cartilagineo. Il movimento fluido è proporzionale alla quantità’ dello zolfo che ingeriamo e che mettiamo a disposizione dei tessuti.

Quando i vegetali assorbono l’MSM dalla pioggia, lo trasformano in aminoacidi solforati, cioè metionina e cisteina. La taurina e la cistina, gli altri due aminoacidi contenenti zolfo, vengono sintetizzati dalla cisteina. Il nostro corpo produce circa l’80% degli aminoacidi di cui ha bisogno, questi sono chiamati aminoacidi non essenziali. Il restante 20% di aminoacidi, detti essenziali, deve essere assunto dal cibo e comprende la metionina e la cisteina. Gli aminoacidi conosciuti sono circa 28, ogni tipo di proteina è costituito da una serie unica di aminoacidi, disposti in una combinazione specifica. Due molecole di cisteina possono ossidarsi e unirsi attraverso legami di zolfo (-S-S-). Questi legami sono elementi chiave nella struttura delle proteine, di cui determinano la forma, le proprietà e l’attività biologica.

Le unghie e i capelli sono principalmente costituiti da una proteina molto resistente, ad alto contenuto di zolfo, chiamata cheratina. Tessuti flessibili quali quello connettivo e quello cartilagineo contengono proteine con legami di zolfo flessibili. Il collageno è la proteina che si trova in maggiore quantità nel nostro corpo, nonché un componente principale di tutti i tessuti connettivi. Esso fornisce elasticità alla pelle, interagendo con le fibre di un’altra proteina chiamata elastina. Nella cartilagine, la glucosamina, la condroitina e i proteoglicani, contenenti zolfo, formano, insieme al collageno, una sostanza proteica fibrosa che costituisce la struttura del collageno stesso, e lo rende flessibile.

A cosa serve

Il collagene è una proteina che ha un ruolo essenziale nel nostro organismo. Le funzioni del collagene sono innumerevoli, basti pensare che, in virtù delle sue qualità elastiche, costituisce il principale elemento fibroso dei denti, delle parti cartilaginee, della pelle e persino dei vasi sanguigni. Le fibre del collagene sono il primo componente del nostro tessuto connettivo, che ha la funzione di provvedere al collegamento, al supporto ed al sostentamento di zone come quelle della pelle appunto, ma anche dei legamenti e dei tendini. Inoltre, le fibre collagene rappresentano da sole il componente non minerale più presente nel nostro corpo dopo l’acqua. Queste fibre sono molto resistenti alla trazione e flessibili, anche se del tutto inestensibili; se diluite in una soluzione acida esse tendono a dilatarsi, mentre si disciolgono in soluzioni composte da acidi o basi forti. Date le sue proprietà chimico-biologiche il collagene risulta avere una funzione essenziale nel nostro organismo, che concretamente si traduce in tonicità ed elasticità dei muscoli e tessuti, prevenzione delle rughe e della disidratazione cutanea. Purtroppo, però, la capacità rigenerativa di questa proteina tende a diminuire gradualmente a partire dai 25 anni, comportando progressive conseguenze come pelle più lassa, l’insorgenza di dolori muscolari ed articolari,diminuzione della produzione di cheratina con conseguenze dirette sulla qualità del capello e delle unghie.

La formula innovativa di TRICO+ fa si’ che l’azione sinergica del collagene idrolizzato, della Vitamina C ( che ne potenzia l’azione) ,del selenio,della biotina, e del metilsulfonilmetano (apportatore di zolfo oltreché dotato di potente attività antinfiammatoria), dia ragione dei sorprendenti risultati ottenuti sulla qualità della ricrescita di capelli ed unghie.

Formulazione

L’idrolizzato di collagene è un collagene frammentato con un processo naturale (idrolisi) per facilitarne l’assorbimento nel sangue. L’idrolizzato di collagene stimola la sintesi di collagene e studi clinici con pazienti sofferenti di osteoartrite hanno evidenziato l’effetto positivo dell’idrolizzato di collagene sullo stato di salute delle articolazioni (riduzione del dolore, ridotto ricorso a farmaci, migliorata funzionalità fisica),quindi l’uso dell’idrolizzato di collagene gioca un ruolo importante negli individui a rischio di sviluppo di una degenerazione articolare. L’idrolizzato di collagene ha ricevuto lo status di GRAS (sostanza riconosciuta come sicura) dall’ FDA. Il collagene idrolizzato contiene 18 aminoacidi, tra cui 8 dei 9 aminoacidi essenziali. Esso è caratterizzato dalla predominanza di glicina, prolina ed idrossiprolina, che rappresentano circa il 50% del totale degli aminoacidi contenuti. Il collagene idrolizzato è composto da catene di aminoacidi corte chiamate “peptidi”. Questo permette un grado molto elevato di biodisponibilità e permette ai peptidi di passare attraverso la parete intestinale nel flusso sanguigno. Il collagene idrolizzato si presenta come una polvere bianca inodore, insapore e facilmente solubile nei liquidi freddi. Recentemente è stato scientificamente dimostrato che l’assunzione di 5 grammi di collagene idrolizzato al giorno è in grado di apportare importanti benefici sulla salute delle articolazioni, delle ossa e della pelle. L’aggiunta di Vitamina C,che favorendo la trasformazione della prolina in idrossiprolina potenzia l’attivita’ del collagene idrolizzato, ed il metilsulfonilmetano,apportatore di zolfo utile per la formazione dei ponti disolfuro, fanno sì che con TRICO+ venga stimolata la produzione di cheratina, con una ricrescita di unghie e capelli particolarmente sani e forti.

Efficacia

Collagene idrolizzato, Vitamina C, Metilsulfonilmetano, Biotina e Selenio rappresentano i punti di forza su cui si basa l’efficacia del TRICO+.

È lo stimolo alla formazione di una nuova cheratina,con conseguente crescita di un capello molto più robusto, che è alla base del successo di TRICO+.

Il collagene idrolizzato va assunto in certe dosi insieme alla vitamina C (o un suo equivalente come la rosa canina) in quanto quest’ultima favorisce la trasformazione della prolina in idrossiprolina e quindi incrementa l’attivita’ e la qualità del collagene.

Il capello,già dopo poche settimane di terapia, viene riferito essere più robusto,meno untuoso, con netta riduzione delle doppie punte,più corposo e strutturato,meno bisognoso di messa in piega.

Queste evidenze sono state notate in soggetti di qualsiasi età, finanche in donne di oltre 80 anni,stando ciò a dimostrare che lo stimolo sul bulbo si può manifestare anche in tarda età.

Nel capello normalmente sviluppato si distinguono tre parti:

  1. una esterna al follicolo, visibile, STELO o FUSTO;
  2. una interna al follicolo stesso, fra l’ostio del follicolo e l’attacco inferiore del muscolo erettore del pelo, RADICE, ‘immersa’ pertanto nella cute e quindi normalmente non visibile;
  3. una ancora più profonda, alloggiata nella porzione inferiore della parte profonda del follicolo, BULBO, che contiene, nella parte inferiore due-tre file di cellule sovrapposte a rapida riproduzione che costituiscono la MATRICE.

Quando si arriva alla fase catagen-telogen, la matrice vera e propria degenera e la papilla rimane connessa al bulbo solo con una lunga colonna di cellule epiteliali; in seguito la papilla risale attivando le cellule germinative che migrano verso il basso colonizzando nuovamente la matrice e dando inizio al nuovo ciclo del capello. Le cellule della matrice, via via che si riproducono, spingono verso l’alto quelle nate in precedenza; durante la risalita le cellule, in modo analogo a quelle dell’epidermide, elaborano nel loro interno una proteina : la cheratina, la cui alterazione causa anomalie del capello tra cui possiamo annoverare alcune fratture del fusto ed i danni da errato trattamento.Le doppie punte(Tricoptilosi ) corrispondono ad una fissurazione longitudinale del fusto intermedia o terminale (in quest’ultimo caso doppia punta) che si verifica solo per danni fisico-chimici,anche ripetute e scorrette pettinature o traumi chimici.

La frattura del fusto (tricorressi nodosa) è causata comunemente da traumi anche modesti fisici e/o chimici (come anche gli eccessi in trattamenti con phon, pettine caldo, spazzole, acconciature, permanenti, tinture, shampoo etc.). In alcuni tratti del fusto si verifica prima una perdita della cuticola poi una dissociazione e una separazione delle cellule della corteccia con formazione di rigonfiamenti tondeggianti fragili e facilmente soggetti a frattura.

Un danno generico del fusto si può manifestare a causa di trattamenti esageratamente aggressivi (atti cosmetici troppo numerosi e/o non ben eseguiti sui capelli e/o prodotti non ben tollerati).

Le cause primarie possono essere identificate nei seguenti eccessivi o errati trattamenti dei capelli:

  1. tinture
  2. decolorazioni
  3. permanenti
  4. stiraggi
  5. messe in piega a temperatura troppo alta

Il meccanismo di insorgenza è simile a quello delle fratture (doppia punta e tricoressi).

Le anomalie del fusto possono essere anche la causa di alcune forme di alopecia.

Inoltre sole, vento, scarsa umidità ambientale, lavaggi troppo frequenti, asciugatura ad aria calda, spazzola, bigodini, decolorazioni, tinture, permanenti possono danneggiare la struttura del fusto e rendere i capelli ruvidi, permeabili, non trattabili.

Come, quando, dove

A differenza di tutti gli altri trattamenti farmacologici e non presenti in commercio,la particolare formula di TRICO+ permette per la prima volta, di rinforzare il capello dall’interno,andando a nutrirlo di nuova cheratina (proteina del collagene) e quindi creando un capello (e unghie ) più robusto. Ed è su questo tanto “semplice” quanto fondamentale ed essenziale concetto che si basa tutta l’innovazione di TRICO+.

Tutti gli altri prodotti stimolano la crescita o inibiscono enzimi che favorirebbero la caduta del capello (senza alcun effetto sulle unghie),ma se il capello ha una struttura debole, rimarrà sempre debole….

La cheratina è una proteina del collagene contenuta nella corteccia del capello ed è composta da 18 aminoacidi tra cui: cisteina, cistina , la serina, l’acido glutammico, la glicina, la treonina, l’arginina, la valina, la leucina e l’isoleucina. La cheratina presente in maggiore quantità nel capello è quella alfa, fibrosa, contenente zolfo, con peso molecolare di circa 45.000, insolubile in acqua. Le catene polipeptidiche sono rese stabili da tre tipi di “ponti”: legami idrogenati (conferiscono solidità), ponti fra catene acide e catene basiche (si rompono con gli acidi forti) e ponti disolfurici (quando sono lesi, ad esempio nelle “permanenti”, il capello si arriccia). La cheratina può essere deformata con il vapore acqueo (“messa in piega”).

Il processo di cheratinizzazione, in particolare quello dei peli, è regolato da ormoni, vitamine, fattori genetici e metabolici.

Quindi l’esposizione agli agenti atmosferici, smog ambientale, attrezzi da parrucchiere, tecniche di taglio, tinture, decolorazioni, liquidi ondulanti, uso inadeguato di asciugacapelli, preparati cosmetici a composizione non ottimale, medicinali ad uso esterno ed interno, malattie congenite e/o ereditarie, squilibri ormonali, infezioni locali o sistemiche, disturbi neurologici e psichiatrici ed anche il comune stress della vita e la semplice trascuratezza, le abitudini alimentari, la scorretta assunzione di vitamine, oligoelementi e proteine dall’organismo, sono tutti fattori importanti per la qualità dei capelli, in quanto possono determinare degrado della struttura cheratinica.

La cheratina è una proteina del collagene che viene sintetizzata all’interno di particolari cellule, che prendono il nome di cheratinociti; essa è presente in diverse parti del corpo, quali i capelli, la pelle e le unghie, all’interno delle quali svolge numerose funzioni estremamente importanti: ad esempio, insieme al collagene, mantiene l’elasticità della pelle. Ma siccome con il passare degli anni la cheratina viene prodotta in quantità sempre minori,si assiste ad un invecchiamento dei diversi tessuti all’interno dei quali questa si trova,e, a livello dei capelli ciò si traduce in una loro maggiore secchezza e fragilità.

La cheratina migliora quindi la salute e l’aspetto dei capelli e delle unghie, favorendone, al tempo stesso, la crescita.

È una molecola difficile da sciogliere, in quanto in essa sono presenti ponti disolfuro, vale a dire legami molto forti tra due amminoacidi dello stesso tipo, ovvero due molecole di cisteina.

La consistenza della molecola di cheratina, quindi, varia a seconda dei legami disolfuro che si instaurano tra le molecole di cisteina, infatti, se i legami disolfuro sono numerosi, la cheratina avrà una struttura rigida e difficilmente flessibile, mentre, se i legami disolfuro sono relativamente pochi, la molecola di cheratina sarà maggiormente flessibile: la cheratina presente all’interno dei capelli e della pelle ha una struttura piuttosto flessibile.

Assunto quotidianamente alla dose di 25ml, TRICO+ fa evidenziare i suoi potenti effetti benefici già dopo poche settimane di terapia.

Il prodotto si trova nelle farmacie e può essere acquistato anche dietro presentazione di ricetta medica.

Acquista adesso on-line con uno sconto minimo del 20%